www.industria-online.com
Keyence Italia SPA

GT 2

Avec une précision de 1 µm et une répétitivité de 0,1 µm, la série GT2 est 10 fois plus précise que les meilleurs capteurs à contact existants. Elle est aussi la plus simple et économique de mise en œuvre du fait de son système de fixation et ses nombreux accessoires. Le CMOS intégré dispense de l’utilisation d’une carte d’acquisition et de la programmation d’un automate. Sa sortie analogique permet même de prendre des mesures des pièces.

GT 2
La precisione della Serie GT2 deriva dalla tecnologia Scale Shot System di Keyence. Si basa su un sistema di lettura con scala graduata: un diodo emette un fascio rettangolare attraverso un prisma. Questo fascio è proiettato su una scala in quarzo, esente da deformazione, fissata allo stelo. Il CMOS (Complementary Metal Oxide Semiconductor) integrato legge la geometria del rettangolo di luce trasmesso, piuttosto che recepire una sola macchia di luce su una graduazione. Il risultato è che non c’è alcun rischio d’errore dovuto alla velocità dello stelo e si ottengono migliore precisione (1μm) e ripetitività (0,1μm). Inoltre, in caso d’interruzione di corrente, lo zero non va perso: si tratta di un sistema di rilevazione assoluto.
Infine, questo sistema d’ispezione è dotato di un’uscita analogica e può quindi essere utilizzato anche come sensore di misura.
Allo stesso modo, la Serie GT2, l’unica a disporre di un’unità digitale integrata, elimina non solamente la necessità di un display e di una scheda di acquisizione, ma anche della programmazione d’interfacce, costose e difficili da installare.
La programmazione si realizza molto semplicemente. È sufficiente posizionare il sensore e registrare i valori di riferimento con l’apposito pulsante. La configurazione si effettua quindi sul controllore principale o su quelli secondari, applicati sopra. Keyence propone due tipi di controllori. Un primo che gestisce un solo sensore alla volta e un secondo che può gestire fino a 11 sensori alla volta. Diversi calcoli sono pre-programmati al fine di rilevare l´insieme dei difetti classici, consentendo di correlare i dati di diversi sensori : planarità, difetto d’ovalizzazione, differenziale di altezza, torsione, deformazione o spessore.
Il montaggio è particolarmente semplificato. È sufficiente effettuare un foro di 10mm, un anello permette poi di avvitare il sensore.
Questa soluzione è anche più sicura, poiché il montaggio tradizionale consiste nello stringere il sensore con strutture metalliche, cosa che rischia di rompere lo stelo.
Per tutti questi motivi, la Serie GT2 è semplice ed economica da installare.
Il cuscinetto a sfere lineari dello stelo consente di ottenere un’eccezionale durata di vita di 20 milioni di cicli.
I campi di rilevamento arrivano a 12mm, 32 mm e 50 mm.
È disponibile anche un modello a bassa sollecitazione con una molla interna che riduce la forza applicata dal contatto, per evitare eventuali danneggiamenti del pezzo. Esso offre un contatto di 0,2N anziché di 1N del modello standard.
Nuovi contatti consentono di adattare la soluzione a qualsiasi applicazione: super resistente (tungsteno), resistente agli attacchi chimici (téflon), resistente alle alte temperature (ceramica)...
Questo sensore offre una classe di protezione IP67, caratteristica che lo rende utilizzabile in ambienti ostili. Con un tempo di risposta fino a 3ms, la Serie GT2 si adatta al controllo dimensionale in diversi settori industriali: automotive, elettronica, lavorazione di metalli, vetro…

  Richiedi maggiori informazioni…

LinkedIn
Pinterest

Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP